Price cap: definito l’accordo per il tetto europeo al prezzo del gas

Price cap: definito l’accordo per il tetto europeo al prezzo del gas

Dopo mesi di difficili negoziati, superando le contrarietà di alcuni paesi, l’Unione Europea è riuscita a definire un sistema di price cap al gas, un tetto massimo al costo del gas.

Il tetto massimo al prezzo del gas è stato fissato a 180 al MWh a partire dal 15 febbraio, perché questo venga applicato, però, devono verificarsi due condizioni:

  • Il prezzo del gas deve essere superiore al tetto di 180 euro a megawattora per tre giorni
  • Il prezzo del gas naturale liquefatto deve essere superiore a 35 euro sui mercati globali.

Una volta attivato, il tetto resterà attivo per 20 giorni e riguarderà tutti gli hub dove vengono scambiati i contratti sul gas. Secondo una rilevazione di Bloomberg, se il tesso fosse stato già introdotto, nel periodo tra agosto e settembre sarebbe stato utilizzato per più di 40 giorni.

La soglia è frutto di una mediazione dei paesi membri che lo hanno approvato a maggioranza qualificata con l’astensione di Olanda e Austria e il voto contrario dell’Ungheria.

Tuttavia le reazioni non sono state rosee come ci si aspetterebbe: Stefano Besseghini, presidente dell’Arera, il price cap al gas non porterà a un abbassamento dei prezzi però:

“l’accordo raggiunto ha un grande valore e non solo simbolico. Ora bisognerà verificare la reazione del mercato. Per esempio, capire se i fornitori vorranno rinegoziare le condizioni commerciali. Molti contratti sono indicizzati alla variazione dei prezzi sui mercati finanziari e ora, con il tetto, potrebbero pretendere un aumento visto che poi, in caso di rincari, non potranno andare oltre una certa cifra”

Davide Tabarelli di Nomisma Energia sostiene che:

“sarà difficilissimo da applicare. Rischiamo di andare in contenzioso con i fornitori. Nei contratti si legge che il prezzo del gas è legato alla quotazione del Ttf, non si parla di price cap”

Il prossimo passo della lotta europea al caro energia sarà sganciare il costo dell’energia elettrica da quello del gas: le prime riunioni sono previste per marzo.